Mi ricordo Beirut: un graphic novel sulla guerra civile libanese

di Daniele Salerno

La casa editrice BeccoGiallo è una delle poche case editrici italiane a essersi specializzata nella cura e pubblicazione di graphic novels, distinguendosi per un catalogo incentrato sulla narrazione storica e sul graphic journalism.

Quest’anno ha suscitato particolare interesse il graphic novel di Zeina Abirached Mi ricordo Beirut (titolo originale Je me souviens, chiaro omaggio a Georges Perec ritratto sull’ultima tavola del libro), pubblicato nella collana Cronaca estera.


Zenia
è nata nel 1981, quando la guerra civile libanese infiammava Beirut già da sei anni, è lì ha vissuto fino alla decisione di trasferirsi a Parigi. Mi ricordo Beirut è un’ideale accompagnamento al precedente romanzo a fumetti Il gioco delle rondini, pubblicato in Italia sempre da BeccoGiallo. I ricordi della guerra e dell’infanzia divengono frammenti di immagini catturati in tavole spesso su un suggestivo sfondo nero, esteticamente molto efficace. Le ultime pagine sono dedicate alla guerra del 2006: Zeina guarda da Parigi la sua terra di nuovo in fiamme.

Destino che l’accomuna alla sua ideale sorella maggiore iraniana, Marjane Satrapi, alla quale spesso, sfogliando il libro, si pensa.

Zeina Abirached
Mi ricordo Beirut
BeccoGiallo Editore, 2009
pagine 95

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: