Sulla narratività. Incontro al Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna

di Centro TraMe

ImageGiovedì 29 novembre alle ore 15 presso il Dipartimento di Filosofia e Comunicazione dell’Università di Bologna (via Azzo Gardino 23) si terrà l’incontro Sulla narratività. Teorie semiotiche e sguardi interdisciplinari

Roberta Lorenzetti, Patrizia Magli, Francesco Marsciani e Gabriella Turnaturi ne discuteranno con gli autori del volume Narratività. Problemi, analisi, prospettive, a cura di Anna Maria Lorusso, Claudio Paolucci e Patrizia Violi e pubblicato da Bononia University Press. L’incontro, che si terrà  presso la Sala Rossa del Dipartimento (III piano), sarà introdotto da Patrizia Violi.

Locandina dell’incontro.

Di seguito la quarta di copertina del libro

La narratività costituisce certamente uno dei concetti chiave della riflessione semiotica. Resa centrale da A.J. Greimas negli anni Settanta, essa è diventata non solo la dimensione fondamentale per capire la logica delle azioni, ma anche un più ampio paradigma antropologico: la forma attraverso cui il senso tout court si dà a noi. Mentre, però, la teoria narrativa si è consolidata negli anni Ottanta in una forma standard, nuovi oggetti di analisi (visivi, interattivi, multimediali…) sono emersi, andando a complessificare il canone su cui i primi e fondamentali studi narratologici si erano concentrati. È proprio da qui che questo volume prende avvio, da questo spazio di potenziale frizione o revisione, tra una teoria narrativa consolidata, di marca soprattutto greimasiana, e un universo narrativo sempre più diversificato al suo interno, che forse pone problemi nuovi e sollecita l’approfondimento di alcune categorie, anche in ragione di una sempre maggiore appropriazione della teoria semiotica della narratività da parte di altre discipline (scienze cognitive, sociologia, antropologia ecc.).
Come può essere ripensata, dunque, alla luce di queste evoluzioni la teoria narrativa tradizionale? Quali sono le categorie che continuano a restare centrali e quali, invece, sono quelle rivedibili? In che modo è possibile parlare di livello narrativo nei testi visivi o in uno spazio urbano? E cosa ne è della logica narrativa nei nuovi media?
A questi e ad altri interrogativi rispondono molti dei semiotici italiani, in un dialogo a più voci che non ha la pretesa di un bilancio definitivo ma la volontà di un laboratorio aperto di discussione.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: